lumidolls LOGONel rivedere un mio vecchio articolo di qualche anno fa sulle Barbie Interattive, mi sono imbattuto nelle Lumi Dolls.

Il mondo dei Robot è un tema che da sempre affascina l'uomo. La letteratura ha dedicato ampio spazio ai Robot già dal lontano 1939 con il racconto Io, robot di Eando Bnder, a cui fecero seguito i famosi Robot Positronici immaginati dallo scrittore Isaac Asimov nella sua raccolta fra gli anni 40 e 50

Anche il Cinema ha dedicato molti film al mondo dei Robot. Basti pensare che già nel film Tempi Moderni del 1936 veniva immaginato un Robot per aiutare l’uomo a mangiare, collaudato dal malcapitato Charlie Chaplin



Ciò che poteva sembrare solo frutto della fantasia degli Scrittori, gradualmente è diventata realtà, i Robot sono entrati a far parte della nostra vita.

lumidolls 013Nell'Industria la robotica ha fatto passi da giganti con la costruzione di impianti di automatizzazione che aiutano l’uomo nei processi produttivi e che in molti casi lo sostituiscono. Secondo uno studio McKinsey Global Institute pubblicato da Il Sole 24 Ore, ben presto saranno automatizzati quasi la metà dei lavori svolti attualmente dagli uomini. Qui l’articolo completo

Automobili robot che guidano da sole, che frenano a poca distanza, che parcheggiano in spazi ristretti, anche questo è frutto della robotica, così come nel campo medico, nel campo domestico e in tanti altri settori. Tutte queste applicazioni, però, non coincidono con quello che nell’immaginario collettivo rappresenta il Robot, cioè un Umanoide.

La prima cosa che mi salta in mente parlando di umanoidi è Caterina. Io e Caterina è un famoso film interpretato da Alberto Sordi negli anni 80. Il protagonista acquista un Robot con sembianze femminili programmato per le faccende domestiche. Caterina doveva essere una semplice macchina, ma si rivelò in poco tempo un automa in grado di provare sentimenti, cosa che creò non pochi grattacapi al suo padrone. 

lumidolls 001
Potremmo definirlo un film profetico per i progressi che si sono avuti successivamente, Robot Umanoidi sempre più simili all’essere umano e dotati di intelligenza artificiale. Umanoidi in grado di sostenere dialoghi, eseguire mansioni e anche provare sentimenti. Esempio lampante è Geminoid HI-4, un umanoide sosia del suo inventore, il professore giapponese Hiroshi Ishiguro, docente dell’Università di Osaka e responsabile all’ATR Intelligent Robotics and Communication Laboratories. Geminoid è dotato di muscoli facciali, sa dialogare e sa anche essere ironico. Sapreste riconoscere nella foto chi è Geminoid?

lumidolls 007
Ed è proprio dall’Estremo Oriente che arrivano Umanoidi con fattezze femminili per “fare sesso”.

I mariti Giapponesi sono molto fedeli e allontanandosi spesso per giorni, onde evitare di tradire, preferiscono “giocare” con le bambole robot.

Qualcuno si chiederà “passiamo dal sacro al profano”?

lumidolls 003Le Lumi Dolls non sono le classiche bambole gonfiabili, ma sono dotate di una propria struttura con articolazioni in alluminio, interamente rivestite con un particolare silicone, al tatto molto simile alla pelle umana, alle quali piace essere toccate e lo lasciano intendere. Sono disponibili in diverse altezze
e con diversi tratti somatici: europea, africana, orientale ed una con sembianze di manga giapponese.

La cosa che maggiormente mi ha stupito, non è la bambola in se, ma l’apertura di un postribolo a Barcellona dove vengono offerte ai clienti solo ed esclusivamente Lumi Dolls.

Si potrebbe pensare, sono bambole prostitute quindi le tariffe saranno modiche. No no, amici maschietti, le tariffe vanno dagli 80€ per 30 minuti ai 100€ per un’ora di (piacevole?) intrattenimento con la prostitute in silicone, tariffe pubblicate sul sito www.lumidolls.com dove vengono anche offerti servizi a domicilio e/o per un’intera notte. Esiste una sezione e-commerce per acquistare le Lumi Dolls.

L'arrivo delle prostitute in silicone non preoccupa le prostitute in carne ed ossa, infatti stando alle dichiarazioni rilasciate al quotidiano El Pais da Conxa Borrell, presidente di APROSEX, Associazione Professioniste del Sesso: "Le bambole del sesso non ci sostituiranno, stimolano la fantasia, ma non sono una minaccia per la nostra professione"
 
Come già sostenuto in un precedente articolo, la linea di confine fra reale e virtuale si assottiglia sempre di più e talvolta i due mondi si mescolano. In diversi film si è parlato di amore e relazioni fra umani e umanoidi. Già nel film Il mondo dei Robot degli anni 70, il proprietario di un parco a tema offriva androidi a facoltosi turisti per fare sesso e il passo tra fantasia e realtà è stato breve.

Non mi addentro in considerazoni personali, perchè ognuno di noi ha un proprio stile di vita, un proprio modo di concepire la vita, di relazionarsi con gli altri e non saprei nemmeno dire, sincermente, se ciò rappresenti in un certo qual modo l'oggettivazione del corpo della Donna, però un vantaggio c'è, consentitemi la battuta: "sono sempre disponibili e non hanno mai dolor di testa".

Cosa dovremmo aspettarci ora… Robocop per le vie delle città?

Il tuo MI PIACE è la nostra migliore pubblicità, consiglia TechPEDIA anche ai tuoi Amici