99day facebook LOGOFacebook, Twitter, Pinterest, Instagram, Snapchat, Linkedin, … al momento sono i Social più in voga che a suon di investimenti si contendono la vita degli ignari Utenti.

Se ci fermiamo un attimo a riflettere sul nostro rapporto con i Social Network ci rendiamo immediatamente conto di quanto tempo dedichiamo ad essi, chi per lavoro, chi per svago, ma nella maggior parte dei casi è solo tempo perso, tempo che potremmo dedicare ad altre attività ben più proficue.

99day facebook 001La dipendenza dai Social rappresenta una nuova patologia dei nostri giorni che colpisce Persone di tutte le età. Per rendersene conto basta andare al cinema e vedere nell’intervallo come gli spettatori tirano fuori subito lo Smartphone per controllare Facebook, così alle fermate dei bus, nelle Stazioni, al Ristorante, praticamente viviamo attaccati ai Social ogni momento di libertà, una falsa libertà, perché schiavi dei post, dei like, dei commenti e tant’altro.

Gli Utenti ormai pubblicano di tutto, anche le cose più futili, perché ottenere like, commenti, richieste di amicizia e condivisioni dei propri post rappresenta una sorta di gratificazione, un modo per sentirsi notati, al centro dell’attenzione per la durata di un click. I Social, consapevoli di ciò, mettono in atto ogni strategia per tenere gli Utenti incollati allo schermo, basti pensare strumenti banali offerti da Facebook per aumentare la visibilità dei post, come la scrittura o le mattonelle colorate, il testo con caratteri grandi se breve, ecc., strumenti subdoli che servono ad appagare il desiderio di visibilità degli Utenti. Non tutto ciò che ci viene offerto è un dono.


Anche i sistemi di messaggistica come Whatsapp, Messenger, Telegram, sviluppano ed offrono sempre nuove funzionalità accattivanti, promuovendo anche interazione con i Social. Tutta questa “droga virtuale", solo per renderci consumatori inconsapevoli di pubblicità. Già, perché tutto questo ambaradan genera milioni e milioni di fatturato.

99day facebook 004Se leggendo questo articolo ti riconosci, vuol dire che è arrivato il momento di “disintossicarti”. Basta poco, solo buona volontà.

Inizia a disinstallare dallo Smartphone le App Facebook, Twitter e di tutti quei Social che ti tengono incollato allo schermo nei momenti liberi, oppure potresti pensare a darti delle regole, cioè importi degli orari nei quali stare sui Social e rispettarli.

A tal fine un’organizzazione Olandese ha lanciato un esperimento invitando le Persone a riappropriarsi della propria libertà spegnendo Facebook, il Social più utilizzato, per 99 giorni. Campagna di sensibilizzazione che ha già raccolto migliaia di adesioni, basta andare sul Sito http://99daysoffreedom.com/ e seguire le loro indicazioni.


99daysoffreedom invita a sostituire la propria immagine di profilo con quella fornita dall’organizzazione per far capire ai vostri Amici che state partecipando all’esperimento; poi inserendo il vostro nome vi fornirà l’ultimo post da pubblicare, prima del silenzio disintossicante, con un countdown incorporato, dopodiché abbandonate Facebook per 99 giorni.

E’ stato rilevato che in 99 giorni di astinenza da Facebook recuperi circa 1683 minuti, cioè guadagni mediamente 28 ore di libertà da dedicare a te stesso, ai tuoi affetti, allo sport, alla lettura, alle passeggiate, praticamente a cose che rinfrancano e non appiattiscono la vita.

E tu ce la faresti a stare senza i Social Network? 

Il tuo MI PIACE è la nostra migliore pubblicità, consiglia TechPEDIA anche ai tuoi Amici